Migliorare il tuo e-commerce e aumentare le vendite online

Neamedia Web Agency

Hai un'attività commerciale avviata e hai iniziato (o stai valutando) un approccio alla vendita dei tuoi prodotti online. La tua idea è di ampliare, tramite l'e-commerce, il tuo mercato al di fuori del territorio locale o addirittura al di fuori di quello nazionale, puntando a target diversi da quelli solitamente raggiunti con la vendita in negozio.

Attenzione però! Potresti cadere nell'errore di sottovalutare il mondo della vendita online, pensando che un carrello elettronico possa semplicemente sopperire e arrotondare le vendite effettuate in maniera tradizionale, senza particolare cura o eccessivi sforzi se non con un investimento economico iniziale.
In effetti, avere un negozio virtuale implica lo stesso impegno e gli stessi sforzi che un gestore di un negozio fisico impiega nella propria attività commerciale locale.

Premesso che un carrello elettronico non è un strumento per svuotare il proprio magazzino da prodotti in eccesso o invenduti e che impegno, cura e dedizione sono alla base della buona riuscita di un progetto, propongo nei prossimi paragrafi una serie di consigli utili per migliorare il tuo e-commerce e aumentare le vendite on line, prestando attenzione a tanti piccoli fattori che spesso vengono trascurati e che possono fare la differenza.
 

Il titolo delle pagine prodotto e il tag Title

Tramite il tuo pannello di amministrazione contenuti puoi sicuramente gestire i titoli delle pagine prodotto che, di volta in volta, inserisci nel carrello. Solitamente il titolo che si assegna alla scheda prodotto si riflette sul tag Title automaticamente, a meno che non sia disponibile un campo specifico. Il Title delle schede prodotto o pagine viene indicizzato e mostrato nelle SERP (pagine dei risultati di una ricerca effettuata su un motore).

Cerca quindi di creare titoli di pagine esaustivi, che contengano il maggior numero di dettagli nel minor spazio possibile, concentrando i dati più importanti nella prima parte, in modo che sia facilmente visibile all'utente nel momento in cui ottiene un risultato da una ricerca effettuata sui motori.

Il titolo delle pagine viene mostrato nelle SERP con una lunghezza generalmente non superiore ai 70 caratteri. Evitare inutili ridondanze, come ad esempio il nome della nostra azienda o di uno slogan in coda su tutte le pagine, è quindi buona cosa mentre è molto utile puntare su informazioni preziose e ben calibrate.

Ad esempio, un titolo di una pagina prodotto del tipo "Cartella in cuoio 00148 - Cuoio&cuoio srl, i migliori prodotti artigianali a prezzi eccezionali" può non essere sufficiente, sicuramente non accattivante ed esaustivo, per utenti che sfogliano le pagine di risultati su un motore di ricerca. Gli stessi motori di ricerca potrebbero avere difficoltà nel dare una giusta collocazione al contenuto.

Titolo della pagina prodotto non ottimizzato

Opta per un titolo più completo nel quale specifichi, ad esempio, il target al quale il prodotto è rivolto (uomo, donna, bambino, giovani, adulti?), qualche dettaglio peculiare (chiusura a zip o a bottone, presenza di accessori, vani porta materiale), il nome dell'azienda produttrice se si tratta di un marchio importante e conosciuto, l'utilizzo del prodotto (da passeggio, per business, da viaggio, per il tempo libero). Eventualmente puoi prendere in considerazione l'inserimento del codice prodotto, se esso è universale e, soprattutto, se è oggetto di ricerca da parte del pubblico.

Non abusare dei caratteri in maiuscolo nel tentativo di rendere il tuo titolo più visibile, evidenziare tutto il testo equivale di fatto a non evidenziarlo. Seguendo questa tipologia di analisi, dal titolo di partenza puoi arrivare ad un titolo più completo come ad esempio "Cartella uomo zip tre vani con tracolla Piquadro per business".

Titolo della pagina prodotto ottimizzato

Infine occhio ai duplicati! Evita di avere due o più schede prodotto (vale anche per le pagine) che abbiano lo stesso titolo, pratica apparentemente comoda nel caso di prodotti affini ma che può darci non pochi problemi di indicizzazione.
 

La descrizione del prodotto e il tag Description

La Description della pagina prodotto è un fattore, in genere molto trascurato, che può assumere un valore importante nella presentazione del proprio catalogo. Unitamente al Title e alla Url, anche la Description viene mostrata nelle pagine dei risultati di ricerca.

Descrizione del prodotto ottimizzata e curata

Generalmente le pagine non possono esserne prive e, in caso di assenza, è il motore di ricerca stesso a filtrare una porzione del testo contenuto nella pagina e a visualizzarla nelle SERP. Questa pratica sembra un ottimo compromesso tra l'inserimento di nuovi prodotti nel pannello di amministrazione e il poco tempo a disposizione ma rifletti: è davvero consigliabile che un motore di ricerca faccia il tuo lavoro optando e valutando il testo da mettere in evidenza?

Se consideri che, oltre al Title, la Description è l'unico biglietto da visita della nostra pagina e ci distingue dagli altri risultati organici delle ricerche effettuate dagli utenti, forse vale la pena di rinunciare a qualche automatismo e credere nelle potenzialità dei tuoi prodotti, associando loro delle descrizioni dignitose e accattivanti. Se il tuo obiettivo è quello di aumentare le tue vendite online, anche la cura della Description deve essere tra le tue priorità.

Anche in questo caso evita quindi duplicati e dai libero sfogo al dettaglio e alla cura, hai a disposizione una manciata di caratteri per far valere il tuo prodotto.
 

La presenza delle parole chiave nel tag Keyword

In merito alle Keywords, dopo anni di dibattimenti, si può affermare che il loro utilizzo è oggi poco considerato. Di fatto la loro efficacia oggi è molto limitata rispetto al passato, se non nulla, a causa dell'abuso che ne è stato fatto. Un articolo ufficiale di Google, risalente al 2009, ha messo in chiaro il punto confermandone il non utilizzo tra i fattori di ranking dei siti web.

Ad ogni modo, anche in considerazione delle altre risorse esistenti al di fuori del ben noto motore di ricerca, ritengo che dedicare la nostra attenzione a questo parametro non implichi un dispendio di risorse esagerato; seppur solo per un fattore nostalgico e soggettivo, personalmente continuo a farne e a consigliarne l'uso.
 

La struttura e il design del nostro sito e-commerce.

Piccolo o grande che sia il tuo catalogo prodotti, la parola d'ordine è fruibilità e organizzazione dei contenuti!

Lato utente preoccupati che la visibilità delle pagine sia ottimale su tutti i supporti di navigazione, con un particolare occhio agli Smartphone e ai Tablet, dai quali oggi vengono effettuate molte ricerche in una proporzione rispetto all'utilizzo dei Notebook e Desktop che può arrivare al 40-50%, fattore destinato ad aumentare. Verifica quindi che il tuo sito e-commerce abbia una struttura responsiva, ossia curata con un design in grado di adattare in maniera automatica i contenuti al device utilizzato in navigazione. Maggiori informazioni in merito sono disponibili nell'articolo Sito web responsive: cos'è, a cosa serve.

Organizza inoltre i tuoi contenuti in maniera intuitiva e semplice, evitando di creare una gerarchia dei prodotti troppo complessa e profonda: gli utenti, soprattutto se smartphone, amano arrivare al prodotto che cercano con il minor numero di click possibili.

Una organizzazione ottimale giova anche all'indicizzazione delle pagine. Oggi si è orientati verso una struttura a piramide regolare nella quale tutte le pagine, organizzate in livelli e sottolivelli, forniscono ai motori di ricerca che indicizzano i contenuti un'immagine generale equilibrata e calibrata.

Struttura a piramide del menu del sito web

Infine chiedi al tuo webmaster di realizzare una Sitemap sempre aggiornata, in modo da fornire ai motori di ricerca uno strumento chiaro ed immediato che mostri la collocazione (eventualmente personalizzabile) di tutti i contenuti da indicizzare e la loro organizzazione ad albero.
 

Le schede dei prodotti nel carrello elettronico

La garanzia di una buona vendita risiede non solo nella qualità e l'appetibilità del prodotto: la capacità del venditore di saper accogliere il cliente, sciogliere tutti i suoi dubbi, assisterlo nella scelta, mostrare competenza, adoperarsi con cortesia e consigliargli la migliore soluzione per le sue esigenze sono fattori fondamentali. È quello che ci si aspetta entrando in un qualunque negozio, perché non in una vendita virtuale?

Arricchisci quindi le tue schede prodotto con contenuti utili e che facciano la differenza rispetto alla concorrenza:

  • Fornisci descrizioni esaustive ed accattivanti, utilizzando un tono familiare e poco formale, mettendo in evidenza le qualità e i punti forti della tua proposta;
  • Dettaglia il più possibile i tuoi articoli, fornendo informazioni su materiali utilizzati, colori, misure disponibili, peso, disponibilità, modalità di utilizzo, target di riferimento. Molte persone amano documentarsi bene prima di effettuare un acquisto, soddisfa quindi la loro curiosità e riduci il più possibile il loro scetticismo;
  • Utilizza immagini di qualità, chiare ed esaustive, che mostrino il prodotto in tutte le angolazioni. In un sito e-commerce, vedere è un po' come toccare con mano;
  • Se disponibili, inserisci dettagli tecnici e riferimenti alle aziende produttrici. Un marchio affidabile è di per sé una buona pubblicità;
  • Realizza piccoli video, di durata non superiore al minuto, dove mostri una panoramica completa dell'articolo. Questo approccio fornisce un ulteriore colpo d'occhio all'utente, ne aumenta la permanenza sulla pagina e cattura l'attenzione di chi preferisce vedere al semplice leggere;
  • Anche dopo l'acquisto, chiedi ai tuoi acquirenti di lasciare un feedback sul tuo sito. Un parere spassionato può risolvere dubbi a potenziali altri clienti, oltre a rafforzare la convinzione che il prodotto sia efficace;
  • Consiglia, all'interno di ciascuna scheda prodotto, l'acquisto di ulteriori prodotti affini o correlati al principale. Aumentare le possibilità di scelta e informare gli utenti in maniera rapida e puntuale della presenza di eventuali accessori può giovare al nostro business e alla sua soddisfazione finale.
Tutto questo concorrerà a rendere la presentazione dei tuoi prodotti accattivanti ed esaustive.
 

I contenuti generali del sito di commercio elettronico

È importante curare anche le pagine statiche, o generali, del nostro sito. Avere una pagina "Chi siamo" ben articolata e nutrita è segno di cura e dedizione; non limitarti a inserire i tuoi recapiti, piuttosto racconta la tua storia, il tuo modo di lavorare e l'esperienza maturata nel settore che occupi, le procedure che adotti nella produzione e nella vendita, la tua capacità e stile nella realizzazione di prodotti artigianali.

Allo stesso modo dedica articoli, se disponi di un blog, o semplici pagine nelle quali approfondisci il tuo lavoro. Scrivi recensioni sugli articoli più venduti o più interessanti, valorizza i prodotti dedicando pagine del tuo sito di commercio elettronico a tematiche di interesse generale, come ad esempio il modo migliore o corretto di utilizzare i prodotti acquistati, come pulirli e manutenerli nel tempo. Non porre limiti all' immaginazione e, se puoi, anche in questo caso utilizza dei video aggiuntivi per dare valore agli utenti.

Cerca infine di aumentare la fiducia da parte degli utenti fornendo e mettendo in vista tutti i recapiti per essere contattato in caso di necessità o semplice curiosità.
 

Fornisci assistenza e fidelizza i tuoi clienti

Ad ogni domanda una risposta. Dedica massima cura a tutte le richieste di informazioni e di assistenza, prima e dopo l'acquisto. Gli utenti soddisfatti saranno i primi a tornare nel tuo negozio e porteranno indirettamente nuovi clienti attraverso il passa parola.

Approfitta di ogni segnalazione per stilare una pagina con preziose FAQ nella quale poter riversare tutta la tua esperienza maturata nel tempo attraverso il confronto diretto con il cliente, le sue esigenze e le sue difficoltà.

Attiva un servizio di newsletter per i tuoi clienti

Fidelizza infine gli utenti attraverso un efficiente servizio di Newsletter. Chiedi loro di aderire a una o più liste affinché possano ricevere comunicazioni via e-mail sulle ultime novità e offerte, in maniera non eccessivamente ricorrente e pedante, mirate il più possibile ai loro interessi specifici.
 

Ultimi consigli

Le osservazioni finora fatte possono rendere il nostro progetto e-commerce differente e appetibile, sia agli occhi di un motore di ricerca sia a quelli di un utente che si affida alla rete per l'acquisto un prodotto.
È sempre saggio guardarsi intorno per verificare quello che gli altri fanno meglio di te e per capire  quello che puoi fare meglio degli altri. Riassumendo:

  • Studia la concorrenza e migliora la presentazione dei contenuti, oltre alla appetibilità della tua offerta. Effettua una ricerca dei tuoi prodotti su Google (o su altri motori di ricerca) e analizza i risultati che ottieni nella prima e nella seconda pagina. Accedi ai siti corrispondenti e studia l'approccio che la tua concorrenza ha nella presentazione della propria azienda e dei prodotti. Una volta individuati i punti di forza e di debolezza di ognuno rimettiti al lavoro e migliora il tuo sito.;
  • Aumenta le visite al tuo sito offrendo valore. Le tue pagine sono la tua vetrina! Allestiscile nel migliore dei modi per attrarre nuove visite e nuovi potenziali clienti.
  • Aumenta il numero di pagine visitate per sessione attraverso rimandi ad approfondimenti e ad articoli con curiosità, dettagli e spunti per risolvere i più disparati problemi degli utenti;
  • Aumenta la permanenza sulle pagine rendendole irresistibili e arricchendole di contenuti accessori;
  • Individua e riconosci nei più importanti siti nella rete dei punti di riferimento e linka alle loro risorse. L'onestà intellettuale può essere un punto di forza, così come lo è la condivisione;
  • Scrivi e proponi solamente contenuti originali. Il copia-incolla da siti concorrenti o da altre risorse alla portata di tutti, come Wikipedia, danneggiano la tua immagine e penalizzano le tue pagine. Sii editore di te stesso e, se non ritieni di averne le capacità, affidati a un esperto che possa aiutarti.
E a questo punto rimboccati le maniche e... buon lavoro!
 

Per ora è tutto. Se hai trovato utile questo articolo ti invito a condividerlo o a linkarlo. Per informazioni o suggerimenti, puoi contattarmi all'indirizzo di posta che trovi di fianco alla mia foto.
A presto!
 
Ultimo aggiornamento: